Lavori in corso

È passato tanto tempo e tante cose, belle e purtroppo anche brutte, sono successe dalla nostra ultima pubblicazione. Senza andare troppo nei dettagli a fine febbraio, dopo aver salutato Angelo, la squadra ha disputato la sua ultima partita ed ha terminato la stagione al 6° posto, ottenendo il peggior piazzamento dalla sua creazione.
La stupenda grigliata organizzata sabato 29 marzo e sponsorizzata dal buon presidente ha sancito la fine della stagione a tutti gli effetti; ed ora, lentamente e con grande anticipo, iniziano i primi lavori in vista di quella nuova. Uno di questi è sicuramente quello di tornare ad aggiornare le pagine web a frequenza regolare e pertanto ci scusiamo in anticipo per eventuali problemi e/o malfunzionamento dello stesso causati dai lavori di manutenzione.

A presto!

Assemblea ordinaria

Cari amici e sostenitori,
grazie di cuore per il prezioso aiuto che quest’anno ci avete dato. Siamo lieti di invitarvi all’assemblea ordinaria che avrà luogo sabato 14 gennaio 2017 alle ore 17:30, presso la sala del Municipio di Tenero-Contra.
Al termine seguirà un breve rinfresco al quale abbiamo il piacere di invitarvi. In attesa di potervi incontrare, porgiamo i nostri migliori saluti.

Il Comitato

Assalto alla gambarognese!

Mantenendo un buon gioco, e soprattutto, la concentrazione in campo, il team Tenero s’appresta alla pausa invernale con una schiacciante vittoria.

Il primo tempo inizia con qualche litigio avvenuto tra la balaustra e il Cata il quale sembra non uscirne. Fortunatamente non molla e difatti sblocca il risultato: 1-0. Riusciamo a mantenere un buon possesso palla e ad impostare il gioco. Il Mich ci prova in due occasioni dalla distanza. Pochi minuti dopo, Cata, serve un assist al Deca che finalizza per il 2-0.

Dopo l’intervallo si rientra un pò molli e gli avversari ci ricordano che se pur inferiori sappiano contrattaccare e dopo una manciata di minuti ci puniscono accorciando le distanze: 2-1 Mandu chiede scusa, ma pochi minuti dopo ci ricastigano per „troppa concessione di spazi“ citando Biusu e siamo sul: 2-2. Su decisione del mister dopo una decina di minuti si passa a 3 linee apportando freschezza in attacco inserendo Paschi e Ambash in quest’ultima. Nel frattempo Mich ci riprova. Il cambio previsto causa un cambio imprevisto, ma una volta entrati correttamente si intuisce subito che i due abbiano, giustamente, fame di segnare! Maffio gioca una partita contro i suoi desideri; si procura un’occasione per tirare dalla distanza, ma in realtà genera un bellissimo assist stramboide per Deca, che divertito come un tempo, controlla e rimette a posto l’andazzo negativo: 3-2. Poco dopo sottopressione Stesco per un attimo s’innervosice e quasi regala un’altra ghiotta occasione agli avversari. Si vive un momento di nervosismo globale, ma per fortuna riusciamo a trasformarlo in grinta e si torna a combattere. Mancano poco più di sette minuti e Tome segna! Non come voleva, ma segnaaa! 4-2. Ambash entra dalla panchina ed indemoniato si dimostra subito pericoloso. Biusu poco dopo la prova e ci va talmente vicino che non contento si rimpossessa della pallina, fa il giro della porta, e la infila con consueta esuberanza per il 5-2 Tome, ormai sbloccato come Cata, decide che vuole ancora prendersi qualche merito e recuperando palle importanti si procura anche un rigore. Maffio con sorriso beffardo si dice: „Lo faccio vedere iooo come si tira un rigore“. Ancora una volta combatte col suo io e cambiando idea all’ultimo soprende tutti, anche se stesso, ma riesce comunque, in grande stile, a piazzarlo nell’angolino alto dove il portiere proprio non ci arriva. Esultanza doverosa per il 6-2.

Migna, d’esperienza, non fa passare un cazzo bloccando il pericolo sul nascere. Eros al suo esordio con gli Orsi si esalta tra i pali e ferma qualche pallina minacciosa.

Il terzo tempo inizia con un bastone rotto. Gli avversari hanno deciso che Cis non debba continuare il gioco e provano ad intimorirlo d’apprima rompendogli il bastone proseguono la demolizione direttamente su di lui. Deca recupera palline perché ci crede ed é cosa buona e giusta. Un paio di azioni, grazie anche alla concessione degli spazi, vengono fuori niente male; facciamo girare la pallina e creiamo occasioni per finalizzare in porta. Ottima collaborazione tra Paschi e Ambash che in un battibaleno rubano il tempo a tutti e Ambash la butta dentro su assist secco di Roos. 7-2. Mich ci riprova prendendosi un passaggio a pallonetto insidioso e stavolta a segnare ce la fa, peccato solamente che la rete venga  annullata dal Shiri. Cis nel frattempo ruzzola ancora, stavolta schiacciato a sandwich. Migna sotto assedio comincia a correre con la pallina dietro alla porta per poi proseguire lateralmente e… …e non smette più; continua a correre riuscendo a fuggire dalla minaccia. Mandu, stufo di passeggiare in difesa, ci prova dalla distanza su punizione. A quasi dieci minuti dalla fine su contropiede avversario e senza troppe difficoltà, anzi, ci rifilano un’altra rete. 7-3.  Cis prende un’altra botta al gomito e si lamenta perché lo Shiri non lo ascolta proprio. Situazione di ennesimo rischio in difesa e Tome riesce a evitare il misfatto sfracellandone uno al di fuori della balaustra. „Non capisco; l’ho giusto toccato“ sostiene il buldozzer, intanto il giocatore avversario non sarà più lo stesso, in campo difatti poco dopo s’accascia al suolo. Sempre Tome ne schiaccia dentro un’altra di pura violenza. 8-3

Altro dannato contropiede avversario, ma stavolta Stesco c’é; e Sventa la minaccia.

Brivido per Maffio, che sfruttando un buon momento di rotazione palla, a seguito di passaggi sorprendentemente precisi, ci prova e per poco  non centra l’angolino della porta. Cis prende n’altra botta e lottando come un caimano si appropria della pallina e corre a buttarla dentro insieme a tutta la sua rabbia. Mancano 7 minuti e siamo sul 9-3. Mandu, ormai annoiato a morte, decide di regalarci una lezione di karate con una „bella“ entrata su due avversari. Accusa poi furbamente un forte dolore lombare ed evita qualsiasi dubbio da parte dello Shiri. Manca poco e il nervosismo sale. Mich intanto ci riprova. La partita termina e più che soddisfatti si festeggia il buon risultato.

In generale si é visto a tratti giocate piacevoli con dei bei passaggi in profondità per vie centrali. Una discreta concentrazione in campo seguita da impegno e grinta da parte di tutti.

Per finire in bellezza, un bel boccalino di vino su graditissima iniziativa di Turbo, seguita da un buon pranzo pomeridiano alla nuova Pergola in vista di un nuovo anno.

#BuonNatale

-Molea-